La nostra
associazione

Plastic Free Odv Onlus è un’associazione di volontariato nata il 29 Luglio 2019 con lo scopo di informare e sensibilizzare più persone possibili sulla pericolosità dell’inquinamento da plastica.

Nati come realtà digitale, nei primi anni abbiamo raggiunto milioni di utenti e oggi, con più di 1.000 referenti in tutt’Italia, siamo divenuti la più importante e concreta associazione su questa tematica.

Siamo inoltre impegnati sul campo, attraverso diversi progetti, quali: appuntamenti di clean up, salvataggio delle tartarughe marine, sensibilizzazione nelle scuole e Comuni Plastic Free

Mission

Il nostro obiettivo è di liberare il pianeta dalle tonnellate di plastica che devastano i nostri mari, i nostri fiumi, i nostri ecosistemi e la nostra salute. Siamo indipendenti e apolitici, crediamo che l'impegno concreto delle persone, delle realtà imprenditoriali e delle istituzioni possa fare la differenza, giorno dopo giorno, per raggiungere il nostro obiettivo.

Tutta la plastica creata fino ad oggi esiste ancora e i numeri diventano giorno dopo giorno sempre più preoccupanti. Impatta sull'ambiente, oltre 12 milioni di tonnellate di plastica ogni anno finiscono in natura. Impatta sugli animali, oltre 100.000 mammiferi, 1.000.000 di uccelli marini e 40.000 tartarughe marine muoiono ogni anno dopo aver ingerito plastica. Impatta sull'essere umano che ogni giorno ingerisce e respira nanoplastica. La sua continua produzione, soprattutto per il monouso, e il suo mancato riutilizzo figlio della utopica visione della riciclabilità totale di quanto prodotto, ci ha spinti ad essere concreti fin dal primo giorno: sfruttiamo la potenza dei social per le nostre campagne di sensibilizzazione, andiamo nelle scuole a parlare agli studenti che rappresentano il nostro futuro, stringiamo accordi di cooperazione con le istituzione per facilitare le attività sul territorio, sosteniamo centri di recupero tartarughe, ci rimbocchiamo le maniche e ci sporchiamo le mani sul campo, bonificando spiagge, argini, boschi, parchi.

Oggi, siamo il punto di riferimento in Italia nella lotta all'inquinamento da plastica e grazie al supporto di oltre 1.000 referenti e centinaia di migliaia di volontari siamo certi di poter fare sempre di più e sempre meglio.

Consiglio superiore

Comitato scientifico

3.609.716 Kg

Di plastica e rifiuti
rimossi dall’ambiente

5.620

Appuntamenti
di Clean Up realizzati

192

Tartarughe marine
salvate

3.068

Accompagnate
alla nascita

204.124

Studenti sensibilizzati

2.522

Appuntamenti nelle scuole

Vision

Vogliamo raggiungere tutto il mondo, arrivare in ogni singola città e al cuore di tutte le persone per trasmettere l’amore verso il Pianeta e il dovere civico di preservarlo per garantire un posto migliore ai nostri figli e alle future generazioni. Vogliamo divenire il punto di riferimento nella lotta all’inquinamento da plastica e nella salvaguardia dell'ambiente ovunque, continuando a mantenere le caratteristiche che ci contraddistinguono da sempre: semplicità e concretezza. Il nostro sogno ad occhi aperti è quello di non vedere più un singolo pezzo di plastica finire nell’ambiente per colpa di una cattiva gestione e dell’inconsapevolezza dei danni che produrrà. Siamo solo all’inizio di un lungo cammino.

Il nostro pensiero

Il vero problema è il rapporto tra la plastica e l'uomo, un fallimento. L’abuso della plastica, in particolare quella monouso, ci porta oggi ad un’unica ed irreversibile scelta: rimuoverla dalle mani della massa. Utilizzata spesso per pochi minuti, resta poi in circolazione per una vita intera finché non diventa un problema. Riciclare non basta, non tutta la plastica è riciclata e non tutta la plastica è riciclabile. È necessario invertire rotta il prima possibile.

Nel campo medico-sanitario e in alcuni settori specifici, lontani dall’utilizzo comune appena citato, la plastica è ancora indispensabile, non vi sono ad oggi alternative valide e la nostra associazione non ne contrasterà l’uso con la propria comunicazione bensì porterà le aziende e quei settori specifici a smaltirla correttamente in modo tale che non diventi un’arma di distruzione.