Associazione

L'associazione Plastic Free Organizzazione di Volontari Onlus nasce il 26 Luglio 2019 con l'obiettivo di informare e sensibilizzare più persone possibili sulla pericolosità della plastica che non solo inquina bensì uccide.
Perchè tutto questo? Si stima che al giorno d'oggi l'uomo ingerisce ogni anno una quantità di microplastiche equivalente ad una pizza. Si stimano oltre 1.000 tartarughe morte ogni anno per colpa di reti e plastiche.

Presidente
Luca De Gaetano
VicePresidente
Rosapia Reale

Referenti

Direttore Italia
Lorenzo Zitignani
Sicilia
Ivan Bruttaniti
Delta del Po Veneto/Ferrarese
Riccardo Mancin
Ferrara
Valentina Bosi
Messina
David Bongiovanni
Napoli
Davide Barbato
Latina
Emanuele Pirrera
Pescara
Christian De Leonardis
Sondrio
Elena Augusta Pini
Palermo
Antonio Lo Sicco
Somma Vesuviana
Vincenzo Converti
Cremona
Marco Barbieri
Parma
Paolo Giordani
Cosenza
Lina Esposito
Voghera
Pietro Ciaccio
Como
Giulia Di Toro
Perugia
Antonio Scura
Comacchio
Sara Bettola
Viareggio
Matteo Cutrufo
Petrosino e Marsala
Fabio Pipitone

Comitato Scientifico

Maurizio Pinna Ricercatore e autore

Studia a Cagliari, dove si laurea in Scienze Naturali nel 1996. Svolge il dottorato di ricerca in Scienze ambientali presso l’Università degli Studi dell’Aquila. Dal 2000 è ricercatore di Ecologia presso l’Università del Salento. Maurizio è autore di molteplici pubblicazioni scientifiche oltre a essere un divulgatore per quanto riguarda i rapporti socio-economici tra uomo e ambiente. Di recente, si è interessato dell’impatto sull’ambiente della plastica utilizzando come studio pilota una laguna pugliese, per cui è anche stato intervistato da alcune televisioni locali.

Isabella Gambino Biologa marina

Nasce a Maglie (Lecce) nel 1993, ma vive a Otranto. Il mare per lei è un membro della famiglia in quanto ci è cresciuta in fianco. Ha studiato biologia marina all’Università del Salento. Ad oggi conduce un dottorato in Scienze e tecnologie biologiche ed ambientali nel quale ricerca i possibili effetti sull’uomo delle micro-plastiche in acque potabili. Isabella è molto attenta alla divulgazione.

Martina Capriotti Ricercatrice

Martina è nata a San Benedetto del Tronto. È cresciuta sul mare, lo stesso mare che da grande ha poi deciso di studiare. L’inquinamento acquatico infatti è sempre stato il suo focus di ricerca. Ha conseguito la laurea in Biologia Marina presso l’Università Politecnica delle Marche ed il dottorato di ricerca presso l’Università di Camerino. Successivamente National Geographic ha selezionato il suo progetto di ricerca per capire la relazione tra microplastiche e contaminanti chimici in mare. Per lo stesso progetto e per il significato divulgativo dietro questa ricerca, SKY l’ha scelta come l’unica italiana di tre donne per la campagna SKY Ocean Rescue. Attualmente Martina sta lavorando come ricercatrice presso l’Università del Connecticut.

Giuseppe Suaria Ricercatore

asce a Bari nel 1987. Ricercatore al CNR ISMAR di Lerici (SP), dove studia la distribuzione spaziale, abbondanza, dispersione, composizione, trasporto e accumulo della plastica galleggiante. Entra nel campo delle plastiche nel momento nascente e più florido che lo porta, con il merito delle sue competenze, a diventare uno dei ricercatori più considerati sulla tematica in Mediterraneo. Ha ricevuto numerosi premi in conferenze internazionali per la sua capacità esplicativa oltre che per le sue scoperte sulle plastiche che si sono anche molto allontanate dal Mediterraneo, arrivando fino in Antartide. Grande divulgatore, Giuseppe, è stato più volte intervistato dalla Rai e da varie televisioni locali.

Laura Basconi Coordinatrice comitato scientifico

Nasce a Milano nel 1992. Appassionata di mare, fin da piccina quando, suo papà, tornava a riva con le tasche piene di conchiglie e preziosi ritrovamenti dai suoi giri in apnea per le acque Mediterranee. Si laurea in Scienze biologiche all’Università Bicocca, e poi in Biologia ed ecologia marina all’Università del Salento, nel frattempo sei mesi in Irlanda e tre in Portogallo. Conferenze internazionali in giro per l’Europa e l’inizio di un phD in Scienze e gestione dei cambiamenti climatici in Università Ca’ Foscari a Venezia dove ora è basata. Ha scritto un libricino divulgativo che parla del restauro marino e ha pubblicato altre comunicazioni sui cambiamenti climatici per una onlus romana che vuole invertire l’attuale rotta di consumo. Laura è la coordinatrice del gruppo scientifico di Plastic free che coinvolge esperti scientifici nazionali sul tema della plastica in mare.