La storia di Plastic Free, una missione di sensibilizzazione

Un racconto di Luca De Gaetano, presidente Plastic Free Odv Onlus.

Bevevo oltre 5 litri d’acqua al giorno, sai cosa significa? Ogni giorno erano dalle 4 alle 6 bottiglie d’acqua consumate che andavano a finire nella busta della plastica. Ho iniziato a pensare a quante bottiglie avessi utilizzato negli ultimi 5 anni, senza calcolare le bottigliette che spesso compravo in giro. Risultato? 9.125 bottiglie di plastica. In famiglia siamo in 5 e considerando che nel mio quartiere ci sono almeno 300 famiglie, lascio a te i conti. I numeri erano importanti, iniziò la mia preoccupazione tanto che volevo saperne di più. Iniziai a leggere di tutto e di più sul tema plastica e rimasi impressionato e spaventato. Una vocina dentro di me mi spinse a non rimanere a guardare e da allora decisi che era il momento di intervenire. Cosa poteva fare un piccolo imprenditore appassionato di marketing? Potevo solo mettere in campo le mie competenze per iniziare un lungo processo di sensibilizzazione.

Era il 30 marzo 2019 quando, insieme al mio  grafico, ideammo il logo di Plastic Free, una tartaruga stilizzata. Tartaruga? Si, la tartaruga doveva essere il simbolo di questo movimento. Ogni anno oltre 1.000 tartaruga muoiono per colpa della plastica, non poteva non essere il nostro riferimento primario. Il 4 aprile nascono le pagine social e studiata al meglio la nostra comunicazione, con l’obiettivo di arrivare ovunque, la pagina iniziò a prendere forma: per 3 mesi una media di 2.500 nuovi utenti al mese e 25 milioni di persone raggiunte con i nostri video e pubblicazioni.

Le dimensioni sui social network erano interessanti, era arrivato il momento di costituire l’associazione e procedere al passo successivo: andare oltre la sensibilizzazione sui social promuovendo azioni concrete. Così, il 29 Luglio 2019, insieme a Rosapia Reale, attuale vicepresidente, nasce l’associazione Plastic Free Odv Onlus, e da quel giorno iniziammo la progettazione di ogni singolo passo.

Come prima cosa era importante scrivere degli obiettivi chiari da seguire e così ne individuammo 4:

  1. Sensibilizzare sul web, cosa che già stavamo facendo
  2. Creare la più grande rete di persone attive contro la plastica
  3. Creare la più grande rete di aziende che contribuissero al miglioramento del pianeta
  4. Creare progetti pro all’eliminazione della plastica, soprattutto quella monouso

Visto che sull’obiettivo uno eravamo già in moto, iniziammo a progettare l’obiettivo 2. Subito dopo l’apertura delle iscrizione, in poche settimane ben 200 associati aderirono alla nostra iniziativa e 20 di loro divennero referenti della propria zona.

Oggi la rete continua a crescere e sempre più persone entrano a far parte della nostra grande famiglia, in particolare con il supporto di Lorenzo Zitignani, nominato referente Italia per questo obiettivo, puntiamo a coprire l’intera Italia.

Anche l’obiettivo 3 e l’obiettivo 4 sono in marcia. Progetti nelle scuole, progetti con aziende, progetti con Comuni e così via. Nei prossimi mesi ti racconteremo tutte le novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsors